MILAN CRICKET CLUB
Fondato 1972 e membro onorario della Federazione Cricket Italiana

 INTRODUZIONE          INCONTRI          NOTIZIE        SQUADRA        CAMPO       CONTATTI

 

STORIA DELLA SQUADRA

L’ inizio. Tutto cominciò nel 1972, durante una fredda notte invernale. Un gruppo di inglesi si riunì a Milano, presso il British American Club di C.so Venezia, per discutere in merito alla possibilità di fondare un club di cricket a Milano o nelle sue immediate vicinanze. L’idea era quella di consentire ai giovani inglesi, recentemente arrivati in città, di poter giocare a cricket e, nel contempo, favorire la creazione di nuove amicizie, considerando il fatto che molti nuovi arrivati si trovavano soli a passare i fine settimana.

John Di Vita fu eletto Presidente del Club e John Dexter e David Sweetman, con il loro bagaglio conoscitivo, ne divennero i primi segretari. Sorprendentemente si era formato un numero sufficiente di giovani giocatori, così l’unico problema da risolvere fu quello di trovare un terreno e, non meno difficile, trovare anche dei sostenitori. D’altra parte eravamo solo il secondo club di cricket fondato in Italia ed il primo si trovava a Roma.

Finalmente un terreno. I due John trovarono un terreno adatto, in affitto, a Grandola, nei pressi di Menaggio, nelle vicinanze dell’omonimo splendido Golf Club, fondato peraltro dal padre di John Dexter agli inizi del ‘900. Seguirono moltissime telefonate e David scoprì che c’erano squadre di cricket anche a Genova e Parigi, oltre al sopra menzionato club di Roma. Non potemmo cominciare a giocare in casa fino all’anno successivo e ……

Il club cominciò realmente l’attività nel 1973 quando fummo in grado di giocare in casa così come lo si poteva fare all’estero. Quell’anno giocammo 12 partite e fummo davvero felici nello scoprire che a tanti nostri visitatori piaceva il nostro campo di Grandola e che preferivano giocare da noi anziché a casa loro. Tutto ciò ci aiutò a contenere gli spostamenti e a ridurre i costi per le trasferte con notevole risparmio in termini di tempo.

Ricambio dei giocatori. Uno dei grandi problemi che riscontrammo nel coso degli anni fu il costante ricambio dei giocatori. Molte persone, per esigenze lavorative, si fermavano a Milano per 3 o 4 anni al massimo, per poi lasciarla e ritornare in patria o in altra destinazione. Fu anche parecchio difficile convincere gli italiani a giocare con noi e questa fu probabilmente l’unica sconfitta subita nel corso degli anni. Il cricket infatti non viene insegnato nelle scuole italiane e tale fatto, unito alla notevole distanza del nostro campo da Milano, sono stati i maggiori problemi in questa unione.

Nel corso degli anni abbiamo dato il benvenuto a molti visitatori a Grandola, così come più recentemente a Milano. Dalla Gran Bretagna ci sono venute a trovare molte squadre, per citarne qualcuna: Castle Rising e Lord Kings Eleven. Per molti anni abbiamo giocato sia in casa che in trasferta con Genova, Cern e Monte Carlo anche se recentemente, molti di questi impianti hanno chiuso la loro attività.

Abbiamo giocato in un campo in affitto a Grandola dal 1973 al 2001. Se solo avessimo acquistato il campo avremmo potuto fare un miglioramento e ciò ci avrebbe consentito di essere ancora lì a giocare oggi. Purtroppo, alla fine della stagione 2001 abbiamo perso i nostri diritti d’uso del campo.

Nazioni unite per il cricket. All’inizio, molti dei nostri giocatori erano Inglesi con origini Irlandesi, Sudafricane e Australiane, ma nel corso degli anni ’90 hanno iniziato ad arrivare molti bravi giocatori dallo Sri Lanka, consentendoci di migliorare gli standard di gioco, anche per il fatto che sono eccellenti nella battuta così come nel lancio. Negli ultimi 5 o 6 anni anche gli Indiani si sono distinti sui campi da gioco italiani, portando un miglioramento negli standard.

Viaggio. Siamo stati sempre più che disponibili a viaggiare per giocare una partita di cricket. I luoghi da noi visitati  sono stati:

Svizzera: Zuoz (annualmente), Ginevra, Cern

Francia: Parigi e Monte Carlo

Austria

Germania: Monaco (e Slovenia)

Spagna:  Barcellona e Sporting Alfas, Alicante

Minorca: Due volte per il loro torneo sei a sei

Irlanda:  Dublino

Gran Bretagna: Due viaggi  (Hampshire e Suffolk).

Canada: Due volte per il torneo sei a sei a Vancouver

Malta: Quattro volte a giocare al Marsa club a Valletta.

 


         

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

                                     

                            

Home page | Privacy policy | Links